TRICOPIGMENTAZIONE

La Tricopigmentazione è la soluzione efficace per contrastare gli inestetismi dovuti a calvizie o diradamenti. Grazie a questa tecnica è possibile eliminare definitivamente l'inestetismo causato dalla perdita dei capelli.

Per questo tipo di trattamento Giulia Delvecchio collabora con Studio Tricò di Cesena gli unici ad utilizzare il protocollo S.H.D  www.trico-pigmentazione.com 
La tecnica S.H.D. (stabilized - hyper-realistic dot), è un protocollo che consente di realizzare Tricopigmentazioni di ultima generazione, perfette e assolutamente naturali.

La Tricopigmentazione garantisce una perfetta ricostruzione estetica delle zone diradate o glabre, indipendentemente dalla loro entità ed estensione, donando un naturale effetto rasato o di infoltimento, attraverso la micro pigmentazione semipermanente del cuoio capelluto


Con la Tricopigmentazione puoi:

  • Risolvere i problemi legati alla calvizie, alopecia e diradamento, senza dolore o cicatrici

  • Avere risultati immediati

  • Tornare a sentirti bene con te stesso e in mezzo agli altri, liberarti del disagio dell'inestetismo dovuto alla perdita dei capelli

  • Avere la possibilità di vivere liberamente ogni momento della giornata, praticare ogni genere di sport, come il nuoto o il calcio, senza pensieri

L'"effetto rasato" è un microdeposito puntiforme di pigmento che dà l'illusione di poter intravedere aree dense di peli rasati. Con tale tecnica si può intervenire nella ricostruzione sia di aree molto diradate come nell'alopecia androgenetica o glabre come nell'alopecia aerata. Dopo aver progettato un hairline frontale si esegue il trattamento di base che consiste nella deposizione dei puntini in maniera equidistante su tutta la zona interessata. Questo serve a creare una rete sulla quale rifinire, durante la seconda seduta, con la densità.

La seconda seduta, infatti, è quella di completamento vero e proprio, quella che da naturalezza al risultato. 

L'esecuzione della tecnica "punto pelo" ha lo scopo di togliere le trasparenze e illudere l'occhio a leggere una chioma più folta semplicemente perché non si riesce a intravvedere la cute tra i capelli.

Durante la prima seduta si esegue una rete a puntini identica a quella che si compie nell'effetto rasato, durante la seconda seduta la tecnica si prosegue con i micro punti della stessa colorazione per raggiungere una maggiore densità.
Quest'altra tecnica è adatta per chi ama mantenere un look con i capelli più lunghi ed abbia un lieve diradamento; è inoltre ideale nel post trapianto per camuffare le aree d'innesto ottimizzando il risultato del trapianto.

Cicatrici

Le domande più ricorrenti sul post-trattamento sono sempre relative ai periodi di recupero: "Potrò tornare a lavoro il giorno dopo?" oppure "quanto tempo rimarrà il rossore?", o "dopo, potrò guidare la macchina?". In realtà il trattamento o molto meno invasivo e doloroso di quello che si può pensare. Il 90 % dei lavori di Tricopigmentazione si svolgono in giornata, solo casi di alopecia universale necessitano una megasessione di due giorni. Appena effettuato il lavoro, la zona appare subito rossa, a causa dell'infiammazione del tessuto trattato. Tale rossore impiegherà al massimo 48 ore per regredire, ma nella maggior parte dei casi bastano 24 ore.
Ovviamente per accelerare questa decongestione è opportuno applicare pomate lenitive specifiche, consigliate dall'operatore. Una volta svanito il rossore il lavoro apparirà molto nitido, meno coprente di quanto il ricevente si aspetta, ed il singolo "puntino" si presenterà, oltre che molto definito nei bordi, lievemente più scuro di quanto sarà in futuro. Questa prima situazione è temporanea. Si identifica in corrispondenza del primo periodo di cicatrizzazione della pelle. Prima che la pelle cicatrizzi completamente, ogni singolo"puntino" subirà uno schiarimento (a volte molto visibile) ed infine un ultimo leggerissimo scurimento. Finito questo periodo di guarigione, legato essenzialmente alla riparazione tissutale, può iniziare il secondo periodo di assestamento del pigmento nel derma.

Post-trattamento

 

I pigmenti impiegati per un trattamento di Tricopigmentazione devono corrispondere a delle norme legislative che tutelano la salute di chi decide di sottoporsi a tali trattamenti. Infatti è necessario accertarsi che

i pigmenti siano biocompatibili ed accompagnanti da certificati di conformità.

Il trattamento di Tricopigmentazione è bioriassorbibile.

In un lasso temporale di circa due anni il pigmento viene assorbito dal sistema immunitario tramite il meccanismo di fagocitosi. Pertanto la Tricopigmentazione richiede un richiamo di ripristino annuale con la finalità di rinforzare il trattamento.

La Tricopigmentazione non crea vincoli.
Qualora, per qualsiasi ragione, il paziente decidesse di utilizzare altre tecniche, sarà sufficiente aspettare che il sistema immunitario agisca sul pigmento facendolo scomparire.

Il marchio e tutti i materiali pubblicati in questo sito  devono considerarsi protetti da diritto d'autore di proprietà Amedeo Basso 2018 ® - ©